viaggiare in australia

Viaggiare in Australia

Ogni anno più di otto milioni di australiani viaggiano per il mondo e ogni anno il Ministero degli Affari e del Commercio Esteri fornisce un’assistenza consolare a più di 10.000 australiani in difficoltà.

Prima di partire

Più sei preparato e più sicuro e divertente sarà il tuo viaggio.

Informati sulla tua destinazione

I nostri consigli di viaggio mirati alla destinazione scelta contengono delle importanti informazioni che avrai bisogno di sapere qualora volessi intraprendere un viaggio oltreoceano, fra cui delle nozioni riguardo le leggi del luogo, i requisiti per entrare e uscire dal paese, gli aspetti sanitari e una valutazione generale delle condizioni di sicurezza del paese in questione: il tutto per cercare in qualche modo di aiutarti con i possibili problemi a cui potresti andare incontro.

I nostri consigli di viaggio vengono regolarmente aggiornati, ulteriore motivo per cui è bene iscriversi e ricevere un’email di notifica qualora le informazioni riguardanti la tua destinazione dovessero essere cambiate. Puoi:

Scegliere per quale destinazione, eventuali rischi ed eventi vuoi ricevere delle notifiche

Impostare una data di scadenza nel ricevere notifiche, ad esempio, la data del tuo ritorno in Australia

Disiscriverti quando vuoi

Puoi anche aver accesso a maggiori informazioni attraverso le guide cartacee o online; informa la tua famiglia o parla con gli amici che hanno già fatto un viaggio nel luogo in cui andrai, in alternativa puoi sempre visitare il sito del Ministero degli Affari e del Commercio Esteri per saperne di più.

 

Registrati prima di partire

Assicurati di registrare il tuo viaggio e i tuoi contatti online prima di partire, così sarà più semplice contattarti in caso di emergenza, che sia un disastro naturale, disordini civili o problemi di carattere familiare.

Non dovrai preoccuparti per l’inserimento delle tue informazioni online in quanto saranno protette dalle rigorose leggi australiane. Se viaggi in un gruppo numeroso, chiama il 1300 555 135 prima di partire, così da ricevere un modulo per la registrazione specifico per i gruppi.

 

Fai un’assicurazione di viaggio

Organizzarti con un’assicurazione di viaggio prima di partire è di fondamentale importanza quando si viaggia oltreoceano, perché se non ne hai una, tu (e la tua famiglia) dovrai coprire tutte le spese mediche in caso di incidenti inaspettati: se non puoi permetterti un’assicurazione, non puoi permetterti di viaggiare.

Dovrai altresì preoccuparti del fatto che la tua assicurazione di viaggio potrà coprire tutte le spese per malattia o infortunio, così come quelle per il furto di merce di valore, danni ai bagagli o cancellazione del volo, perché altrimenti il Governo Australiano non pagherà nessuna spesa per te.

Le spese mediche, in particolare, sono quelle che potrebbero costarti molto più di quanto immagini: alcune persone sono rimaste al verde per poter pagare tutto, motivo in più per fare un’assicurazione.

Ogni anno più di 1.000 australiani muoiono oltreoceano e il prezzo per poter riportare la salma della persona cara in Australia potrebbe salire oltre i 20.000€, quindi preoccupati anche del fatto che la tua assicurazione copra anche questo.

Se decidi di affidarti all’assicurazione di viaggio fornita dalla tua carta di credito, prima di partire dovrai ricevere una conferma scritta del fatto che sarai coperto e che hai preso visione di tutto ciò ivi scritto.
Se viaggi con la tua famiglia, dovrai provvedere per un’assicurazione che copra anche loro, ma dato che variano in base ai casi, cerca la migliore per la tua situazione, dopodiché conferma tutti i dettagli che hai fornito e aspetta la conferma scritta.

Cerca la migliore polizza che soddisfi i tuoi bisogni:

• Controlla le esenzioni e le informazioni riguardo le malattie che già hai

• Assicurati di essere coperto per tutte le tue attività, compresi sport e affitto di veicoli come motociclette per tutta la durata del viaggio

• Fai attenzione a quelle polizze che non rimborsano nulla in caso di cambiamenti per ciò che riguarda lo stato di sicurezza: i termini e le condizioni della tua polizza determineranno se puoi ricevere o meno il rimborso in base ai cambiamenti del Ministero degli Affari e del Commercio Esteri. Ricorda sempre che ogni polizza è diversa dall’altra, quindi controlla bene prima di scegliere.

 

Organizzati con passaporto e visto

Il passaporto sarà il tuo documento di viaggio più importante, tutti i cittadini australiani devono averne uno valido prima di lasciare il paese e mantenerlo tale fino al rientro, compresi bambini e neonati.

Fai attenzione però alle politiche interne del paese in cui andrai perché ognuno ha requisiti diversi per il passaporto, quindi assicurati che il tuo abbia validità almeno per altri sei mesi dalla tua data di rientro; porta con te altre foto uguali a quella del passaporto in caso di smarrimento o furto.
Controllalo sempre e tienilo al sicuro e metti in posti diversi i tuoi documenti di riconoscimento, così in caso di emergenza avrai sempre un piano B.

Se dovesse accadere che il tuo passaporto venga smarrito o rubato, dovrai rifarne un altro, pagando una sovrattassa, che però avrà validità limitata. In ogni caso, dovrai recarti immediatamente alla più vicina ambasciata (o alto commissariato o consolato) australiana per denunciare lo smarrimento o il furto, oppure puoi renderlo noto sul sito Australian Passport Office: è richiesto dalla legge.

Ricorda, inoltre, che è illegale modificare o alterare le informazioni contenute nel tuo passaporto, ma se dovesse essere stato danneggiato (compresi i problemi col cip elettronico), prima di fare un altro viaggio contatta immediatamente il Servizio di Informazioni Australiano per il Passaporto (APIS, Australian Passport Information Service) al numero 131 232, oppure contatta l’ufficio più vicino che si occupa di passaporti per controllare se sia o meno valido per compiere un viaggio internazionale.

Controlla, in tempo, di quale tipo di visto hai bisogno per il paese in cui andrai, contattando l’ambasciata, l’alto commissariato o il consolato.

Alcune nazioni impongono dei particolari requisiti per entrare e uscire dal paese, comprese alcune vaccinazioni, quindi cerca di essere sempre aggiornato. Per ulteriori informazioni puoi rivolgerti al sito del Ministero degli Affari e del Commercio Esteri.
Ricorda:

Il DFAT e l’ambasciata non possono aiutarti con la gestione del visto o col lavoro o con i permessi di soggiorno in altri paesi

Un visto non garantisce per forza l’entrata in un paese straniero

• Nella maggior parte dei casi, un visto per turisti non permette di lavorare in un paese straniero, incluse le attività di volontariato o non retribuite

• Le condizioni e la data di scadenza del visto insieme al permesso di entrata nel paese in questione dovranno essere rigorosamente rispettati: in alcuni paesi, avere un visto/permesso scaduto può far scattare l’arresto.

 

Controlla se hai la doppia cittadinanza

Se tu o i tuoi genitori sono nati in un altro paese, potresti essere considerato cittadino anche di quel paese, nonostante tu abbia la cittadinanza australiana e non sia mai stato all’estero.

Alcuni paesi offrono la cittadinanza a quelle persone che sposano qualcuno del luogo, o a coloro i cui nonni erano nati in quel paese, quindi, prima di partire, è importante sapere tutto ciò che riguarda le leggi locali a proposito della doppia cittadinanza – ad esempio, potresti essere chiamato a fare il militare nel tuo secondo paese.

Inoltre, alcune nazioni non permettono l’assistenza dell’ambasciata australiana a chi ha la doppia cittadinanza e potrebbero anche non riconoscere quella australiana a meno che il tuo passaporto non sia australiano.

In ogni caso dovrai utilizzare il tuo passaporto australiano per entrare e uscire dall’Australia.
Se utilizzi un altro passaporto dovrai assolutamente informarti sulle politiche richieste dal paese in questione prima di partire.

A ogni modo, se desideri avere maggiori informazioni riguardo la doppia nazionalità chiama il Dipartimento dell’Immigrazione e della Protezione delle Frontiere al numero 131 880, oppure puoi far riferimento alla nostra pagina online relativa alla doppia cittadinanza.

Consulta la tua compagnia aerea

Se credi che la tua compagnia aerea possa fare domande sulla tua predisposizione a volare, ti consiglio di recarti dal tuo medico di fiducia e farti firmare un foglio che attesta le tue buone condizioni di salute.

Se hai qualche disabilità, contatta la tua compagnia aerea per avere informazioni riguardo i posti a sedere, servizi e pasti particolari.

Se hai bisogno di portare con te aghi o siringhe, anche in questo caso dovrai ottenere un permesso dal tuo medico, in cui viene spiegato il motivo delle tue necessità, che dovrai far recapitare alla compagnia il prima possibile per potersi regolare con le norme di sicurezza.

Prenota il tuo alloggio

Soprattutto se viaggi da solo, è raccomandabile prenotare un alloggio prima della partenza, in particolar modo se l’arrivo è previsto durante la notte.

I bagagli

bagagli

Proteggiti dallo smarrimento o la perdita dei bagagli, portando con te solo le cose essenziali, infatti se ne hai troppi sarai più vulnerabile e una probabile vittima dei borseggiatori; ricorda inoltre di tenere le tue carte di credito in un portafogli o sotto i vestiti. Tutte le informazioni riguardo a ciò che puoi o non puoi portare con te sono disponibili al Civil Aviation Safety Authority o sul sito del governo australiano alla pagina TravelSECURE.

Se vai negli Stati Uniti, inizia subito a prendere familiarità con i loro requisiti inerenti ai bagagli: tutte le informazioni sono disponibili grazie all’Amministrazione della Sicurezza nei Trasporti del governo americano.

Quando viaggi, ricorda sempre di:

• Attenerti alle leggi – non comprare, utilizzare o viaggiare con sostanze illegali

• Preparare tu stesso i tuoi bagagli – le storie di turisti che si sono ritrovati delle droghe nelle valige sono abbastanza comuni

• Chiudere la tua valigia con una combinazione per prevenire eventuali furti

• Non lasciare i bagagli incustoditi in aree pubbliche e affollate

• Non portare mai nulla per nessuno a meno che tu non ne conosca esattamente il contenuto

Organizzati le finanze prima di partire

Non ci sono limiti riguardo a quanto denaro puoi portare in o dall’Australia, in ogni caso dovrai dichiarare un ammontare di 10.000€ o più sia in dollari australiani che in altre valute.

Se richiesti, dovrai anche rendere noti eventuali pagherò, traveller e personal cheque, vaglia e ordini postali o da altri enti, tutto indipendentemente dalla cifra.
Per ulteriori informazioni, visita l’AUSTRAC.

Prima di partire

• Organizzati con più mezzi per prelevare o comunque accedere al tuo denaro una volta che sarai oltreoceano, con carte di credito o di debito, traveller cheque o contanti

• Riferisci alla tua banca il periodo di durata del tuo viaggio

• Chiedi alla tua banca se la tua carta funzionerà oltreoceano

 

Pagamenti al Centrelink

Se hai una pensione o ricevi dei pagamenti da parte del governo, dovrai contattare il Centrelink almeno sei settimane prima della tua partenza per avere delle conferme sulla maniera di pagamento durante la tua permanenza all’estero.

Per maggiori informazioni visita il sito Department of Human Services, chiama il 13 16 73, oppure recati al più vicino centro Centrelink Customer Service.

Fai una copia dei tuoi documenti

Fai due fotocopie dei seguenti documenti e lasciane una copia a casa dalla tua famiglia o da un tuo amico e un’altra portala con te, ma in un altro posto rispetto agli originali:

• Passaporto
• Itinerario e biglietti
• Visto
• Traveller cheque e i numeri della carta di credito
• Patente o altro permesso per guidare in paesi stranieri
• Assicurazione di viaggio

Viaggia in salute

Prima di partire, leggi tutte le informazioni riguardo gli eventuali problemi di salute che potresti incontrare nel paese che andrai a visitare.

Vaccinazioni

Prendi appuntamento dal tuo dottore o all’ospedale per fare un checkout completo dalle sei alle otto settimane prima della tua partenza e vedi se è richiesta, dal paese che visiterai, una vaccinazione particolare. Ricorda che per alcuni vaccini ci vorrà molto tempo prima che facciano effetto, quindi organizzati con le date.

È di fondamentale importanza che tu sappia tutto ciò che riguarda le condizioni di salute che troverai e i vari requisiti richiesti dal paese in questione; i dettagli sono disponibili sul sito del DFAT.

 

Viaggiare con i farmaci

Prima di partire, assicurati che i farmaci che porterai con te siano legali nel paese in cui andrai: ogni informazione a riguardo è disponibile presso ogni ambasciata o consolato e provvedi affinché le tue richieste abbiano una risposta in tempo per la partenza.

È reato portare con sé o mandare delle medicine (Pharmaceutical Benefits Scheme PBS) oltreoceano a meno che non siano esclusivamente per uso personale (o per una persona con cui si viaggia): potresti incorrere in una penale di 5.000€ o anche trascorrere due anni in prigione se non rispetti la legge.

 

Se porti medicinali oltreoceano

• Assicurati di portarne abbastanza da coprire la durata del tuo viaggio

• Porta con te una lettera del tuo dottore in cui vengono specificate le proprietà di quei medicinali, il dosaggio da prendere e il tuo nome

• Rimetti sempre le medicine nella loro scatola in modo che sarà più semplice ricondurle a te

• Separane un po’ e mettile nella borsa in caso di smarrimento o furto

Se hai bisogno di iniettarti la medicina, è consigliabile portare con te le tue siringhe e i tuoi aghi, sempre se nel paese in cui stai andando è permesso, altrimenti, se dovrai comprarli, assicurati sempre che siano sigillati e sterili.
Per maggiori informazioni a riguardo, visita il sito del Dipartment of Human Services o chiama dall’Australia il numero 1800 500 147.

Contratti aventi carattere di reciprocità riguardo le cure sanitarie

L’Australia dispone di molti contratti aventi carattere di reciprocità sulle cure sanitarie con parecchi paesi, fra cui la Nuova Zelanda e il Regno Unito, con i quali è possibile fornire agli australiani urgenti cure mediche oltreoceano, ma assicurati che siano soltanto cure generali o di estrema urgenza, in quanto i trattamenti particolari dovranno essere fatti una volta aver rimesso piede in Australia.

Questi contratti non vanno a sostituirsi all’assicurazione di viaggio e non ti copriranno qualora un dottore decida che tu debba immediatamente tornare in Australia o andare altrove: dovrai coprire queste spese da solo se non hai un’assicurazione adeguata.

Per maggiori informazioni, anche su una lista più completa dei paesi con cui l’Australia ha questi contratti, visita il sito Department of Human Services o chiama il 132 011.

Ulteriori consigli per le cure sanitarie

• Non avere a che fare e non utilizzare droghe

Fai attenzione ai rischi di epatite e HIV – pratica sesso sicuro ed evita piercing, agopuntura, tatuaggi e dentisti quando ti trovi in paesi con scarsa igiene.

• Evita tatuaggi all’henné nero in quanto spesso contengono un colorante che può causare seri danni alla pelle; per ulteriori informazioni, visita i siti dellAustraliasian College of Dermatologists, o il dermcoll.asn.au

• Il turismo sanitario, inclusi la chirurgia estetica e la chirurgia per cambiare sesso è in aumento: assicurati che qualsiasi medico tu incontri abbia tutte le caratteristiche necessarie, altrimenti potresti andare incontro a serie complicazioni

• Se indossi occhiali da vista, portane un altro paio o una copia della gradazione di cui hai bisogno, così sarà più semplice rifarli in caso di furto o smarrimento

Per saperne di più anche sulle vaccinazioni, puoi visitare:

World Health Organization
Australian Immunisation Handbook
Department Of Health
Smarttraveller health page

Mentre sarai via

Gli australiani amano viaggiare e lo fanno sempre di più: niente batte l’entusiasmo di salire su un aereo e visitare nuovi paesi o riscoprirne di vecchi, ma mentre sarai via ci sono delle cose che dovrai sapere che renderanno il tuo viaggio più sicuro e con meno preoccupazioni.

Prendi coscienza della tua sicurezza

Leggi e firma le avvertenze di viaggio riguardo la tua destinazione per i rischi che potresti incontrare.

Crimini

I crimini violenti e anche di minore entità avvengono nella maggior parte dei paesi e, mentre alcuni sono di carattere minore come furti di borse o cose del genere, in altre nazioni il livello di criminalità è davvero molto alto e può comprendere: rapina a mano armata, stupri, rapine, furti d’auto e rapimenti di bambini (inclusi quelli con la richiesta di riscatto), quindi cerca di fare attenzione alla tua sicurezza quando sei fuori.

Per proteggerti da eventuali furti, potresti evitare di maneggiare del denaro in pubblico o di dare notizie inutili riguardo i tuoi averi.

Frode fiscale e duplicati di carte di credito non sono da escludere, pertanto cerca di tenere le tue carte sempre sotto controllo in modo da evitare plagi, evita di utilizzare ATM non controllati, ma usa quelli delle banche, dei negozi o dei centri commerciali.

Sali solo su taxi autorizzati e tieni gli occhi aperti all’aeroporto perché in alcuni paesi ci sono degli autisti privati rinomati per le loro abilità nel rubare, quindi utilizza solo compagnie di taxi conosciute e che puoi prenotare per telefono sia dall’hotel che dall’aeroporto ed è fondamentale che non condividi il tuo taxi con sconosciuti.
Non lasciare mai cibo e bevande incustodite.

Disordini civili

Dovresti evitare ogni tipo di dimostrazione e protesta perché anche quella più pacifica potrebbe diventare violenta, soprattutto sotto le elezioni. Contatta i media locali per avere delle informazioni a riguardo.

Terrorismo

Ormai il terrorismo è diventato una minaccia in molti paesi, quindi è bene informarsi su quelli maggiormente colpiti.
Informati sui tour e sul trasporto pubblico.

Tra le tante cose da organizzare per il tuo viaggio, ci sarà anche il “trasporto locale” per il quale potrai informarti su questa pagina alla sezione consigli di viaggio; dai anche uno sguardo alle nozioni sulla sicurezza stradale, sul trasporto aereo e via mare.

Non sempre però troverai le condizioni di sicurezza che ti aspetti per il trasporto e per i tour operator, in particolare per ciò che riguarda le varie attività: alcune attrezzature di sicurezza potrebbero non essere fornite e alcune regole non osservate.

Informati sulle condizioni delle strade e sul traffico del paese in cui andrai, così se hai intenzione di prendere in affitto un’auto saprai a cosa vai incontro, ma prima di farlo, dovrai assolutamente prendere nota per ciò che riguarda le patenti utilizzabili in quel paese, infatti in molte nazioni viene richiesta agli australiani una patente in più (International Driving Licence, IDP) oltre a quella che già hanno: puoi richiederla presso la motorizzazione del tuo stato o territorio.

Anche alcune regole di volo in alcuni paesi sono diverse (o mancano) rispetto a quelle dell’Australia o a quelle generali dell’ICAO, quindi informati sulle compagnie aeree da evitare.

Rispetta la legge

Quando si tratta di rispettare le leggi, l’ignoranza non è mai una scusa, quindi cerca sempre di essere conforme alle leggi del paese in cui andrai, anche se sono diverse da quelle australiane, per le quali, in alcuni casi, sarai vincolato. Per ulteriori informazioni vai nella sezione delle “Leggi” nel consiglio ai viaggiatori relativi agli altri paesi.

Consolato e leggi

Indipendentemente dalla nazione in cui andrai, informati prima di partire sulle leggi e sulle penalità a cui potrai andare incontro: se vieni arrestato e sei in carcere, il Governo Australiano non potrà tirarti fuori dai guai o dalla prigione. Leggi il Documento del Servizio Consolare per avere ulteriori informazioni per ciò che l’Australia può o non può fare a riguardo.

Droghe

Non utilizzare né portare con te nessun tipo di droga, in quanto il consolato australiano non può bypassare le leggi locali, anche se si tratta di pena di morte per possesso/utilizzo di droghe, come nel caso di Malesia, Singapore, Tailandia e Vietnam.

Leggi extraterritoriali

Alcune leggi penali che vigono in Australia, come il riciclaggio di denaro sporco, la corruzione di un pubblico ufficiale, il terrorismo, il matrimonio forzato, la mutilazione dei genitali femminili e la pedofilia vigono anche oltreoceano, pertanto il governo australiano non potrà aiutarti se ti trovi immischiato in situazioni del genere, anzi, la Polizia Federale Australiana, che prenderà i dovuti provvedimenti, verrà immediatamente avvertita dell’accaduto.

Le autorità australiane hanno il compito di combattere la pedofilia oltreoceano con delle leggi che prevedono severe pene, fino a 25 anni di carcere per chi pratica la pedofilia fuori dall’Australia. Per maggiori informazioni, visita la pagina relativa alla pedofilia.

Ogni caso del genere può essere denunciato alla Polizia Federale Australiana al numero 131 237 se sei in Australia, o al +61 2 6131 5926 se ti trovi all’estero, oppure puoi fare una chiamata anonima sempre alla polizia tramite il numero 1800 333 000. Puoi anche compilare il modulo CST oppure scrivere a:

Child Protection Operations Team
Australian Federal Police

GPO Box 401
Canberra ACT 2602
Australia

Rispetta gli usi e i costumi locali

È fondamentale rispettare la cultura del paese che andrai a visitare, ecco quindi alcuni consigli che potrebbero esserti utili:

• Informati su usi e costumi del paese in questione e se hai dei dubbi, chiedi ai locali

• Vestiti in maniera appropriata, fai riferimento a cosa indossano i locali e rispetta i loro standard

• Mostra rispetto per le altre culture, storie e religioni: in alcuni paesi un comportamento inappropriato o indecente potrebbe portare all’arresto

• Chiedi sempre il permesso prima di fare delle foto alle persone e rispettale qualora decidessero di declinare l’offerta: in alcuni paesi è illegale scattare foto in determinati posti, come il palazzo del governo, aeroporti, porti e tutto ciò che potrebbe essere di proprietà militare

• In alcuni paesi le manifestazioni d’affetto tra coppie non sono bene accette, quindi sii discreto

• Leggi e attitudini nei confronti di omosessuali (sia per uomini che per donne), bisex, trans e LGBTI si differenziano in base al paese in cui vai, in particolar modo per gli LGBTI. Per maggiori informazioni controlla la pagina relativa ai viaggiatori LGBTI e gli avvisi sul paese di riferimento.

Questioni relative a famiglia e relazioni di vario genere

Nascita

Se vuoi che tuo/a figlio/a, nato all’estero, abbia la cittadinanza australiana con il relativo passaporto, dovrai registrarlo come cittadino per discendenza. Per ulteriori informazioni a riguardo, vai su citizenship.gov.au

Relazioni

Fai attenzione alle relazioni in cui puoi incorrere soprattutto tramite internet, perché può capitare che la persona che ritenevi di conoscere sia in realtà uno sconosciuto che ti chiederà di inviargli del denaro per potersi spostare in Australia e sposarti.

Sono stati in molti a perdere ingenti quantità di soldi in questo modo, altamente improbabili, tra l’altro da recuperare. In altri casi, chi è andato all’estero per incontrare il proprio partner è stato rapito (con richiesta di riscatto), quindi fai molta attenzione.

Matrimonio

Sono tanti gli australiani che decidono di sposarsi all’estero e se anche tu pensi di fare lo stesso, assicurati che le leggi non siano diverse una volta che torni in Australia, quindi informati sulle implicazioni legali, culturali e religiose che il tutto può comportare sia per te che per il tuo partner e gli eventuali figli, presso un’ambasciata o un consolato che possa fornirti tutte le risposte di cui hai bisogno.

Alcuni paesi impongono dei severi limiti ai diritti delle donne, come:

• L’impossibilità di avere una relazione con uno straniero
• L’impossibilità di avere delle proprietà a proprio nome, un’eredità, divorziare, avere gli alimenti e la custodia dei bambini
• L’impossibilità di lasciare il paese senza il consenso del marito

Mantieni i contatti

Ogni anno, il Ministero degli Affari e del Commercio Esteri riceve migliaia di chiamate da famiglie preoccupate e da amici che non hanno più avuto notizie della persona che è partita.

Mantieni sempre i contatti, non solo per il bene della tua famiglia e dei tuoi amici, ma anche perché così sarà più facile trovarti in caso di emergenza.

Dovresti:

• Lasciare una copia del tuo itinerario alla tua famiglia o a un amico
• Registrare i tuoi programmi di viaggio
• Organizzarti con cellulare, prepagate, sim, social media, email, ecc. per mantenere i contatti una volta che sarai oltreoceano
• Dare delle indicazioni ad amici e famiglia riguardo la frequenza delle tue chiamate, e mantieni la tua parola

Ritorno a casa

Quando tornerai in Australia, ci sono alcune cose da fare per rendere tutto il procedimento più semplice e veloce:

• Avere i documenti appropriatamente compilati e pronti
• Assicurarti di dichiarare qualsiasi oggetto che potrebbe essere vietato o causare problemi o se sei malato
• Conoscere le tue franchigie

Tornare in Australia

In base al tipo di viaggio che hai fatto, il tuo ritorno a casa potrebbe essere sia un motivo di relax che di pianificazione per la prossima avventura.

La brochure Guida per i viaggiatori – cosa devi sapere prima di partire è utile per sapere cos’è proibito riportare in Australia e per avere informazioni riguardo le tue franchigie.

I possessori dell’ePassport australiani, neozelandesi e inglesi dai 16 anni in su hanno la possibilità di essere autonomi per ciò che riguarda i controlli all’aeroporto grazie allo SmartGate.

Oggetti che potrebbero danneggiare la biosicurezza

L’Australia ha delle leggi molto severe sulla quarantena per aiutare a minimizzare in ogni modo i rischi di contagio da svariate malattie, una volta che si entra sul suolo australiano.

Quando ritorni a casa, infatti, il tuo bagaglio potrebbe venire ispezionato dagli ufficiali della Biosicurezza Australiana, passati ai raggi X o controllati da un cane antidroga.

Informati con largo anticipo su ciò che puoi o non puoi riportare in Australia, così non incorrerai nella quarantena. Dovresti evitare: frutta fresca, piantine, semi e noccioline e qualsiasi cosa fatta in legno o con l’utilizzo di piante e materiali animali, il che include carne e pollame.

Una volta tornato, dovrai dichiarare cibo, piante e prodotti animali sull’Incoming Passenger Card che, una volta firmata, avrà valore legale, quindi se non leggi e non prendi visione di tutto ciò che vi è scritto sopra, potresti incorrere in brutte conseguenze.

Per maggiori informazioni, visita la sezione sulla Biosicurezza in Australia o chiama il numero +61 2 6272 3933.
Per informazioni riguardo la fauna selvatica o i souvenir, il premesso di importare o esportare qualcosa, c’è a disposizione la brochure, altrimenti contatta il Ministero dell’Ambiente tramite il sito o al numero +61 2 6274 1900.

Cercare aiuto oltreoceano

Se ti trovi nei guai all’estero, cerca l’ambasciata o il consolato australiano più vicino; in alcuni paesi, anche quella canadese fornisce supporto agli australiani.

Tutte le informazioni relative ai “punti di appoggio” si trovano sul sito del Ministero degli Affari e del Commercio Esteri, al dfat.gov.au/embassies.html. Ulteriori contatti per le emergenze si trovano sul retro di questo opuscolo.

Servizi consolari

Il governo australiano farà del suo meglio per aiutare gli australiani all’estero in difficoltà, sempre però restando realistici su ciò che è in suo potere: quando parti e lasci l’Australia, devi sapere che lasci anche il suo sistema sanitario, le sue leggi e il suo supporto. Ci saranno quindi dei limiti che il governo non potrà oltrepassare, tuttavia può:

• Fornire assistenza durante crisi dovute a sommosse civili e disastri naturali

• Fornire consigli e supporto in caso di incidente, serie malattie o morte e nel caso in cui un australiano è vittima di un crimine

• Visitare o contattare quegli australiani che sono stati arrestati e gestire i contatti con la famiglia (se richiesto)

• Contattare amici e parenti per chiedere loro di assistere la persona in questione con del denaro o di provvedere ai biglietti

• Fornire l’accesso a un prestito rimborsabile (fino a un massimo di 150€) in caso di reale emergenza per coprire le spese relative ai documenti

• Fornire informazioni sui vari pagamenti all’estero

• Fornire una lista di dottori, avvocati e, se disponibili, interpreti

• Rilasciare passaporti, inclusi quelli di emergenza

Ma non può:

• Fornire consulenza legale, investigare per i crimini oltreoceano o intervenire nei processi

• Far uscire un australiano di prigione o ottenere un trattamento speciale per il prigioniero

• Fornire servizi sanitari o medicinali

• Organizzare il visto, il lavoro o il permesso di soggiorno in altri paesi o in qualche modo aiutare gli australiani ad averli

• Pagare o garantire il pagamento di hotel, dottori e altri costi

• Agire come agente di viaggio, banca o ufficio postale o di deposito bagagli

• Fornire traduzioni, interpreti e servizi di telefonia o relativi a fotocopie

• Essere coinvolto in dispute commerciali o prendere in considerazione lamentele relative agli acquisti del luogo
Privacy

Se hai bisogno di aiuto da parte del consolato quando ti trovi oltreoceano, dovrai assicurarti che i tuoi dati siano protetti dal Privacy Act del 1988: le tue informazioni non potranno essere rilasciate senza il tuo consenso, che sia agli amici più stretti o ai familiari, eccetto che in particolari circostanze.

Puoi trovare ulteriori informazioni su come vengono gestiti i tuoi dati personali sul Consular Privacy Collection Statement.

Tasse

Per legge, il consolato dovrà applicare delle tasse, per spese notarili o altri tipi di servizi, che vengono determinate da un Atto del Parlamento e che non ne riflettono il costo totale.

Servizi di emergenza

Il Centro di Emergenza Consolare del Ministero degli Affari e del Commercio Esteri fornisce assistenza per i casi di emergenza 24 ore su 24 per chi è in difficoltà all’estero. Gli operatori altamente qualificati possono essere contattati al numero 1300 555 135 dall’Australia o al +61 2 6261 3305 dall’estero.

Naturalmente il servizio viene garantito per le reali emergenze e nel caso in cui si è impossibilitati a raggiungere la più vicina ambasciata.

Servizi di assistenza

Gli australiani che hanno bisogno di assistenza oltreoceano possono contattare il Centro di Emergenza Consolare al numero +61 2 6261 3305 per avere un’ancora di salvezza in un momento di crisi.

Società che forniscono l’assicurazione di viaggio

Queste società dispongono, il più delle volte, di un call center attivo 24 ore su 24 che può essere raggiunto da ogni parte del mondo, così se ti ammali o se hai bisogno di cure mediche istantanee mentre sei all’estero puoi contattarle senza problemi e quando vuoi.

Assicurati soltanto di avere tutte le informazioni riguardo la tua polizza, in modo da rendere le cose più semplici.

Cosa ne pensi?