Lavorare in Australia

L’Australia accoglie tanti viaggiatori da tutto il mondo, e molti di questi si chiedono se lavorare in Australia sia una cosa semplice o se ci sia “lavoro per tutti”.
Non tutti viaggiano e arrivano in Australia solo per lavorarci, ma ci sono anche tantissimi turisti che arrivano in questo paese semplicemente per ammirare le innumerevoli bellezze naturali di questa terra.
Ma l’Australia non accoglie solo turisti, ma anche tanti studenti, e persone che arrivano con un’aspettativa dal punto di vista lavorativo.

Anche se ci sono tanti turisti e studenti, la tematica del trovare lavoro in Australia è sempre molto discussa, perché lascia tanti punti interrogativi nelle menti di chi non ha un’adeguata informazione per quanto riguarda l’Australia.

Trovare lavoro in Australia: i visti

Per poter lavorare legalmente in Australia, a meno che tu non abbia la fortuna di essere già un cittadino australiano, occorre avere un visto con un permesso lavorativo.
In Australia esistono vari visti, alcuni dei quali non prevedono permessi per poter lavorare. Altri invece lo prevedono, ed altri ancora permettono di lavorare, ma con condizioni particolari. Per avere un’idea generale dei visti puoi consultare questa pagina dove parliamo dei visti australiani.
Ti segnalo inoltre il sito dell’Immigrazione che è la fonte ufficiale e sempre aggiornata da cui ricevere le informazioni più utili per quanto riguarda il trasferimento in Australia, mentre la figura professionale che può dare consulenze per quanto riguarda l’immigrazione è il Migration Agent.
Molte persone pensano di andare a lavorare in Australia proprio perché in via generale (ovviamente le eccezioni ci sono dappertutto) il sistema lavorativo è molto dinamico, con un buon ambiente, il giusto numero di persone assunte, c’è meritocrazia e le paghe sono molto buone.
Ovviamente non voglio crearti false illusioni, questo non è il paese del balocchi e nessuno ti regala nulla, non aspettarti di mettere piede in Australia e trovare immediatamente un lavoro che aspetta solo te.
Sarai sempre tu che dovrai fare il primo passo, ad ogni modo voglio rassicurarti perché in linea di massima se sai muoverti, il lavoro c’è. Non a caso l’Australia ha un tasso di disoccupazione veramente basso, specialmente se paragonato con le medie di tanti altri paesi.

Trovare lavoro in Australia: Curiosità

Esistono varie tipologie di contratto:
  • casual,
  • part-time,
  • full-time
Il Curriculum viene chiamato Resume e deve assolutamente avere le seguenti peculiarità:
  • deve essere scritto in inglese,
  • non deve essere troppo lungo (una pagina piena, al massimo due)
  • deve essere personalizzato a seconda del tipo di lavoro che si sta cercando
In via generale è consigliato allegare una Cover Letter, ovvero una buona lettera di presentazione, che dovrà essere personalizzata il più possibile.
Se sei in Australia con un visto che ti permette di lavorare e il tuo principale obiettivo è quello di lavorare in Australia, ti consiglio di spingere al massimo sulla ricerca del lavoro, soprattutto appena arrivi.

Perché ti dico questo?

Ti accorgerai subito che l’Australia è un paese molto caro e molti (io ero e sono tutt’ora uno di questi) preferiscono lavorare il prima possibile per avere delle entrate molto presto.
Molti decidono di usare tutte le vie che hanno a loro disposizione: dalla consegna del Resume “a mano”, alla ricerca online, fino anche a consultare le agenzie interinali.
Ti consiglio vivamente di usare tutte queste vie, con un sorriso sempre pronto sul viso e tanta buona volontà.
Sono gli ingredienti necessari per trovare un lavoro in Australia!

Cosa ne pensi?