Trasferirsi in Australia

Andare in Australia

andare in australia

Indipendentemente dal fatto che tu voglia andare in Australia col visto working holiday o con il visto sponsorship (sottoclasse 457) o per altri motivi, dovrai pianificare tutto prima di partire, quindi: da dove iniziare?

Un piano

Se hai intenzione di spostarti dall’altra parte del mondo, è consigliabile parlare dei tuoi piani con la tua famiglia e con i tuoi amici, inclusi quelli che hanno già affrontato una partenza del genere, se ne hai.

Poi, cerca tutti i tuoi documenti compresi il certificato di nascita, di matrimonio, referenze lavorative, patente, certificati, qualifiche, ecc., in quanto potrebbero essere richiesti durante la compilazione della domanda.

Inoltre dovrai disporre di un passaporto che sia valido per qualche altro anno e che non scada subito. Informati sui voli e prenotane uno soltanto dopo che hai avuto la conferma che il tuo visto è stato accettato, dopodiché cerca di rivedere tutti i pagamenti e se hai tralasciato qualcosa provvedi (estingui i debiti e distruggi le carte di credito che non ti serviranno).

Aggiorna il tuo CV e rendilo idoneo per l’Australia e se hai in mente di spostarti con la tua famiglia e i tuoi bambini, parla con loro di questo grande cambiamento e organizzati con le scuole, i figli dei migranti qualificati sono esenti dalle tasse relative agli studenti.

Una volta ottenuto il visto avrai quasi terminato!

Ora è il momento di dare al tuo datore di lavoro un formale preavviso per trasferire più fondi, se necessario, per prenotare i biglietti aerei e per pensare al tuo primo giorno in suolo australiano.

Cangurizzato può gestire per te alloggio, carta sim e Tax File Number in modo da toglierti qualche peso, oppure se sei uno studente con il visto working holiday, con TravelToWork puoi aprire un conto bancario così da trasferire i fondi prima di partire ed evitare i vari problemi relativi ai tassi di cambio.

Leggi anche:
Cosa vuol dire avere la doppia cittadinanza?

Il minimo richiesto è di 5.000 dollari australiani, considerali come una sorta di super cauzione: in ogni caso è sempre meglio avere delle scorte che non averne affatto, almeno per le prime settimane che ti troverai in Australia.

Melbourne è rinomata per essere la città più vivibile al mondo!

melbourne

Il costo della vita

Il costo della vita a Sydney per ciò che riguarda affitti, supermercati e altro sono più alti di quelli di Dublino, ma il potere d’acquisto locale è più elevato rispetto all’Irlanda.

Anche se Sydney è più economica di Londra, avrai comunque bisogno di circa 7.000 dollari australiani (circa 4.500€) per mantenere lo stesso stile di vita.

Aliquota fiscale

L’aliquota fiscale per chi ha il visto working holiday è del 29% e se non possiedi il Tax File Number verrai tassato del 46,5%.

Se usufruirai del nostro Tax Server Pack, faremo tutto ciò che occorre per il tuo Tax File Number prima che tu parta, così sarai libero di iniziare a lavorare appena arrivi senza pagare tasse allucinanti.

Inoltre puoi anche chiedere il rimborso di parte della tasse che hai versato: il 90% dei possidenti del visto working holiday ricevono un rimborso di circa 2.500€. Per maggiori informazioni contatta Taxback.com.

Visto working holiday – il visto australiano più popolare

Il visto working holiday ha la durata di 12 mesi per chi rientra nella fascia compresa fra i 18 e i 30 anni e vuole visitare l’Australia e lavorare per qualsiasi datore di lavoro. Per richiederlo non dovrai avere particolari precedenti penali o cattive condizioni di salute, non potrai portare con te dei bambini e non potrai aver già usufruito di un visto working holiday.

Leggi anche:
Ormai è assodato: trasferirsi in Australia rende felici!

Con questo visto potrai fare domanda per qualsiasi tipo di lavoro che riesca a sostenerti economicamente, senza però rimanere fisso da un datore di lavoro per più di sei mesi consecutivi.

Puoi anche partire e tornare in Australia tutte le volte che vuoi, sempre rientrando nel periodo di validità del visto.

Se invece vuoi allungare la durata del tuo visto, dovrai richiedere un secondo visto working holiday e per farlo dovrai aver coperto almeno tre mesi in un lavoro specifico (costruzioni o bracciante) nel regional Australia. Puoi fare la richiesta del secondo visto sia dall’Australia che fuori.

Il working holiday venne ideato nel 1975 in soli tre paesi: il Canada, il Regno Unito e l’Irlanda, ma oggi partecipano anche altri 16 paesi e in Australia nel periodo tra il 2012 e il 2013 sono state ammesse più di 210.300 persone con questo visto.

Buon viaggio e divertiti nella terra dei canguri!

Cosa ne pensi?